• PAGAMENTI ONLINE SICURI AL 100%
  • SPEDIZIONE IN 24/48H
  • AMPIA DISPONIBILITÀ

Guida all'acquisto delle Caldaie per uso domestico

elemento guida

 

Introduzione

La caldaia è l'elettrodomestico fondamentale nell'impianto di riscaldamento delle nostre case. Il suo compito è quello di trasformare l'energia generata da un combustibile in calore, che viene distribuito sotto forma di acqua o aria calda che circolano in un sistema di tubi e radiatori nei vari ambienti che compongono la nostra casa. Attualmente, i combustibili più comunemente usati nelle caldaie sono il gas Metano e GPL.

Le tipologie di Caldaie

elemento guida

Le caldaie per uso domestico più diffuse sono le caldaie murali. 
Le caldaie murali sono molto compatte e possono essere installate sia all'interno della casa sia all'esterno con appositi armadi, hanno uno scambiatore resistente alla fiamma e alla corrosione, hanno il bollitore di dimensioni ridotte e spesso hanno uno scambiatore a scambio rapido per la produzione istantanea di acqua calda per uso sanitario.

Caldaia da interno o da esterno?

Esistono due tipologie fondamentali di caldaia, quelle a camera aperta e quelle a camera stagna:

Caldaia a camera aperta:

questo tipo di caldaia è a tiraggio naturale, e quindi per questioni di sicurezza è consigliato installarle esternamente all'abitazione.

Caldaia a camera stagna:

in questo tipo di caldaia, chiamata anche a camera chiusa, la combustione avviene in una camera isolata e l'aria viene prelevata dall’esterno tramite un elettroventilatore che forza i fumi di scarico verso l'esterno. La caldaia a camera stagna è quindi ideale per l'utilizzo in ambienti domestici in quanto i fumi non travasano negli ambienti interni.
Esistono comunque delle caldaie a camera stagna che è possibile installare anche esternamente all'abitazione, in quanto sono dotate di protezioni per resistere a condizioni climatiche difficili sia in zone molto calde sia per zone particolarmente fredde (fino a -15°).

Le caldaie a condensazione:

Il tipo di caldaie a gas più efficiente e più diffuso attualmente in commercio, è rappresentato dalle caldaie a condensazione. Il vantaggio rispetto alle caldaie tradizionali, è il recupero del calore residuo dai fumi di scarico. In questo tipo di caldaie, i gas di scarico vengono raffreddati trasformandosi in vapore acqueo che attraversando uno speciale scambiatore, si condensa, cedendo parte del suo calore e preriscaldando l'acqua di ritorno dall'impianto.
Le caldaie a condensazione, permettono livelli di efficienza maggiori rispetto a quelle tradizionali, la quota di energia recuperata dai gas di scarico e' di circa il 16-17%, di conseguenza si hanno forti risparmi di combustibile, dal 20% fino al  40% quando si usano impianti a basse temperature (30-50°) come quelli che usano pannelli radianti.

 Le caldaie possono essere a GPL o a Metano, la lettera "H" nella descrizione del prodotto sta a indicare il "metano" (idrocarburo semplice sotto forma di gas indicato con la formula CH4, cioé 1 atomo di carbonio e 4 di idrogeno).

Classe di efficienza energetica delle caldaie

E' possibile valutare l'efficienza di una caldaia tramite il rendimento di combustione, esso è quantificabile come la percentuale di energia prodotta dalla combustione, trasferita all'acqua o all'aria: maggiore è il rendimento della combustione e maggiore sarà il risparmio. La classificazione delle caldaie secondo la loro efficienza energetica è definita nel D.P.R. 660/96.
Esistono quattro classi di riferimento, in base alla potenza nominale:
• caldaie a 1 stella
• caldaie a 2 stelle
• caldaie a 3 stelle
• caldaie a 4 stelle


Con l'aumentare delle "stelle", aumtenta il costo iniziale della caldaia, ma si ha un successivo risparmio energetico e quindi anche economico.

Le Agevolazioni per l'acquisto della caldaia

Quando dobbiamo acquistare una nuova caldaia, conviene sempre essere aggiornati sui testi delle leggi Finanziarie. Sono consultabili sul sito del governo all'indirizzo: http://www.governo.it.

Ad esempio la legge Finanziaria 2007 ha previsto l’innalzamento fino al 55%
della detrazione fiscale sulle spese (comprendenti l’IVA) per gli interventi atti alla
riduzione dei consumi energetici inerenti il riscalamento.

Come scegliere la caldaia giusta per le nostre esigenze

Per scegliere la caldaia giusta, dobbiamo prima aver chiaro quali sono le nostre esigenze. Per prima cosa dobbiamo scegliere se vogliamo una caldaia solo per il riscaldamento, una caldaia solo per la produzione di acqua calda, o una caldaia per la produzione di riscaldamento e acqua calda. Bisogna tener presente il tipo di impianto di cui è dotato il nostro immobile. Un altro fattore da tenere in considerazione sono le dimensioni dell'ambiente che dobbiamo riscaldare, ovviamente maggiore è la superficie da riscaldare maggiore dovrà essere la potenza nominale della nostra caldaia. 
Altro fattore fondamentale è il luogo di installazione della caldaia, interno o esterno, e di conseguenza andremo a comprare una caldaia a camera stagna per luoghi chiusi o a camera aperta da esterno.

 

Scegli tra le nostre caldaie più vendute!